Portfolio

SenzaVolto

La perdita di identità, la valle del perturbante, la sottile inquietudine di immagini senza quel che siamo abituati a riconoscere come familiare, un'espressione, gli occhi luminosi, una piega della bocca, una fronte aggrottata. SenzaVolto.

Vai all'indice delle opere
L'estetica dolente

Gli errori fotografici, il mosso, lo sfocato, la grana, esposizioni bislacche o multiple come metafora e paradigma della devianza, riflesso di uno stato mentale. E quindi via con immagini sbagliate, virate, violentate nei colori.

Vai all'indice delle opere
Il movimento immoto

La fissità della depressione, e l'imperativo di fuggire, sfuggire a essa in un tentativo di auto-cura mediante il movimento.

Vai all'indice delle opere
L'orrore gentile

Il terrore squisitamente delicato che appare all'improvviso in un pomeriggio interminabile, preludio di una notte senza luna.

Vai all'indice delle opere
L'oscurità gioiosa

Pura gioia nella cattedrale del mistero, costruzione mentale che ci rende felici pur nel dolore del dover restare qui.

Vai all'indice delle opere